Menu

Rave party nel Milanese, 60 denunciati. Identificati in area dismessa grazie a telecamere e targhe auto

 I carabinieri di San Donato Milanese (Milano) hanno denunciato 60 giovani per invasione di terreni e edifici, danneggiamento e imbrattamento, dopo averli individuati fra i partecipanti a un rave party che si è tenuto il 26 novembre scorso a San Donato. I denunciati, tutti maggiorenni e alcuni con precedenti, e che arrivavano da diverse zone d'Italia, si erano ritrovati in via Buozzi, all'interno di una fabbrica dismessa. Sono stati identificati tramite filmati e dalle targhe delle auto che erano parcheggiate.

 

Read more...

Dal treno deragliato al 112, 'aiuto'. Operatore a passeggero, inviati mezzi ma posto sembra sbagliato

Sono le 6,57 del 25 gennaio quando al numero unico di emergenza arriva la prima telefonata con richiesta di aiuto dai passeggeri del treno 10452 da Cremona a Milano che è appena deragliato vicino a Pioltello, nel milanese. "Fermate tutto, fermate il mondo, perché se arriva giù un treno a manetta qua ci distrugge. Fermate, fermate i treni in arrivo!" chiede un passeggero.

Read more...

Profanata tomba di 16enne nel Monzese. Giovane era morto in incidente stradale. Manomessa anche la bara

La tomba di un sedicenne scomparso in un incidente stradale quattro anni fa, é stata profanata nel cimitero di Cavenago Brianza (Monza), nella notte tra sabato e domenica. A scoprirlo é stata la madre del defunto, che domenica mattina era andata a portare fiori freschi sulla tomba del figlio. Da quanto si apprende sia la lastra di marmo a chiusura del sepolcro, che quella interna in cemento e sigillata, sono state rotte e divelte.

Read more...

Bossetti, quel dna non mi appartiene. "E' da giorno arresto che mi chiedo come finito in vicenda"

"Quel dna non mi appartiene". Per la prima volta, Massimo Bossetti, imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio ha messo in dubbio, nel corso del suo interrogatorio, che il dna trovato sul corpo della ragazza uccisa sia suo. "E' un dna strampalato, e che per metà non corrisponde", ha detto il carpentiere a proposito della mancata corrispondenza tra il dna nucleare e quello mitocondriale. "E' dal giorno del mio arresto che mi chiedo come sono finito in questa vicenda - ha proseguito Bossetti - visto che non ho fatto niente e voi lo sapete". Il pm Letizia Ruggeri ha ribattuto che un giudice ha ritenuto che dovesse rimanere in carcere e un altro che gli elementi a suo carico sono stati giudicati tali da sostenere un giudizio."Evidentemente la vicenda non è strampalata come dice lei".

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2015 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La voce lombarda © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione